Visita di invernamento dell’apiario

La visita di invernamento dell’apiario va eseguita molto bene perchè è un momento delicato che si ripercuoterà sulla vista delle famiglie.

Questo sono le fasi da seguire

  • Pulizia dalla varroa
  • Preparazione dell’arnia
  • Scorte
  • La nutrizione

Terminata la visita durante il periodo invernale le api vanno lasciate tranquille. E’ possibile comunque fare dei controlli osservandole dall’esterno. Soppesando l’arni per capire l’andamento delle scorte. Se le api non volano è possibile sapere se sono vive accostando l’orecchio alla parete dell’arnia e dare un piccolo colpo: loro risponderanno con un breve ma intenso ronzio. Se il ronzio è lungo significa che c’è qualcosa di anaomalo, se non c’è ronzio significa che la famiglia è purtroppo morta. Durante l’inverno le api si raccolgono in glomere quindi non sono possibili trasporti, ma è possibile fare dei piccolissimi spostamenti all’interno dell’apiario prestando molta attenzione.

Visita in Apiario
Visita invernale in apiario

Pulizia dalla varroa

La visita di invernamento dell’apiario prevede di eseguire le tecniche di lotta alla varroa con i presidi medici ammessi.

Preparazione dell’alveare

Aprire l’arnia e controllare lo stato della famiglia stringendola con un diaframma il più possibile e togliendo i telai abbandonati dalle api.

Controllo delle scorte

La visita di invernamento dell’apiario prevede di controllare le scorte di miele che devono avere le famiglie devono essere tra i 10 e 15 kg . E’ bene fare questo controllo prima dell’arrivo del freddo.

Nutrizione della famiglia

Se le scorte non sono sufficienti è bene nutrire le famiglie con del candito.

Apicoltura Feri Località Tepolini Castel Del Piano Grosseto

Produzione di Miele, Propoli, Polline, Pappa Reale fresca.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento